Analisi dinamica dei certificati di UniCredit


Registrazione Gratuita NewsLetter

Articolo del 21/11/2022

PULLBACK IN VISTA PER IL FTSE MIB

L’area dei 25.000 punti si è rilevata ostacolo complicato da superare per l’indice FTSE Mib che sta lateralizzando su una fascia tra 24.800 e 24.400 punti. L’ulteriore discesa sotto quest’ultimo livello può aprire lo spazio per una discesa sicuramente più marcata almeno fino a 23.650 punti che rappresenterebbe una sorta di pullback per riattaccare le resistenze indicate.

Fonte Bloomberg

Non rileviamo alcuna modifica del trend di base ma decidiamo nell’ottica di breve termine,di far riferimento ai certificati a leva dinamica firmati UniCredit (MI:CRDI) e guardare con interesse ad una impostazione ribassista da seguire con un Turbo Open End Short sul FTSE Mib (ISIN: DE000HB3CVK4). Il certificato attualmente scambia a 0,14 euro e si distingue da uno strike fissato a 25466,144758 punti che è anche il livello di knockout. Sulla base degli attuali livelli, lo strumento ha una distanza da tale livello del 4,19% e un effetto leva pari a 17,78 volte.

Si ricorda che utilizzando leve maggiori, si avrà una maggiore oscillazione dei prezzi ma anche un minor esborso di capitale. E’ sempre opportuno fare riferimento al capitale che si intende controllare, anziché a quello investito realmente: ipotizzando, a titolo di esempio, di voler controllare 10.000 euro, investiranno 1000 euro con Turbo a Leva 10 e 2500 con Turbo a leva 4. Il risultato operativo dell’investimento sarà tuttavia il medesimo a fronte, sempre a titolo di esempio, di una variazione positiva o negativa dell’1%.

Quotazioni in tempo reale