Il Tracker Certificate del Mese

Tracker Certificate Open-End su Solactive Hydrogen Top Selection Index (NTR)

Isin
DE000VP2HYR0
Advisor
Vontobel Financial Products GmbH
Sottostante
Solactive Hydrogen Top Selection Index (NTR)
Valuta sottostante
USD
Prezzo emissione
100 EUR
Commissione Gestione
1,20%
Quotazione
Sedex
Scadenza
Open End
Maggiori informazioni

L’idrogeno rappresenta una delle fonti di energia pulite su cui il mondo si sta focalizzando al fine di ridurre il sempre più catastrofico cambiamento climatico e continuare la propria strada sul processo di decarbonizzazione. L’obiettivo è lo sfruttamento di questa molecola come combustibile per i veicoli abbattendo l’impatto ambientale del settore dei trasporti.

A fronte di queste considerazioni, è chiaro come questa materia prima possa diventare di primaria importanza e di conseguenza come la domanda globale possa aumentare drasticamente.

Tra le energie rinnovabili, il punto di forza dell’idrogeno è la capacità di essere stoccato e quindi di essere in grado di fornire energia costantemente, al contrario delle fonti energetiche derivanti dal vento e dal sole che non sono in grado di garantire una continua e ininterrotta fornitura.

La crisi causata dalla diffusione del coronavirus ha portato una forte flessione delle aziende operanti in questo settore rendendole appetibili sia per le prospettive future del business sia per le allettanti valutazioni.

L’indice Solactive Hydrogen Top Selection Index permette di investire in 15 aziende con base nei paesi industrializzati che operano nel settore dell’idrogeno ha registrato una performance da inizio anno del 10,30% recuperando tutta la perdita subita durante la violenta discesa.

Per l’investitore che crede in questo business, c’è la possibilità di prendere posizione, grazie all’emittente Vontobel, che ha emesso ad inizio aprile il Tracker (ISIN: DE000VP2HYR0) con sottostante l’indice Solactive Hydrogen Top Selection emesso con un valore nominale di 100 euro.

Geograficamente, il basket è composto dal 66% da azioni statunitensi quali The Chemours Company, Chart Industries, Ballard Power System, Plug Power, Air Products and Chemicals, Cummins, Linde, Teledyne Technologies, Paccar e Worthington Industries. Il restante 34% da azioni operanti sul territorio europeo, in particolare la svedese PowerCell, la novergese NEL ASA, l’inglese Johnson Matthey e l’italiana ENI.

A livello settoriale, questi titoli, oltre ad avere parte del proprio business incentrato nella produzione di idrogeno, sono allocati in tre diversi segmenti: il 38,56% dell’indice è rappresentato da aziende petrolifere, il 35,55% da aziende appartenenti al settore dei materiali di base e il restante 25,9% da titoli facenti parte del settore dei prodotti industriali.

Questo prodotto è scambiabile in valuta USD pertanto l’investitore europeo dovrà sopportare il rischio di cambio EUR/USD e le commissioni di gestione ammontano al 1,2% annuo.

ISCRIVITI AL SERVIZIO INVESTIMENTI TEMATICI

e riceverai ogni mese un segnale operativo sul prodotto di maggiore interesse. ISCRIZIONE GRATUITA