CED|FOCUS IMI redazione

Calendario Appuntamenti

Webinar 19 aprile
Webinar 24 maggio ore 16

Analisi dinamica dei prodotti di Banca IMI

Contenuti e analisi a cura della Redazione di Certificati e Derivati

Banca IMI Numero verde 800 99 66 99
Per maggiori informazioni clicca qui
I mercati continuano a muoversi con sprazzi di volatilità, in scia a quanto sta accadendo oltre oceano  sul settore tecnologico e alle manovre politiche ed economiche del Presidente Trump. Limitato è stato tuttavia l’impatto sui prodotti analizzati nel corso dell’ultimo webinar di marzo, dedicato ai Cash Collect e Bonus Cap, che hanno consentito agli investitori di non soffrire particolarmente il market timing e di generare discreti rendimenti positivi.

SU FERRARI PER CORRERE ANCORA…

Tra questi guardando alle single stocks, focus puntato sul Cash Collect sul titolo Ferrari (Isin IT0005326225) con durata complessiva di 24 mesi, che paga un premio trimestrale dello 0,85%. A giugno e settembre di quest’anno il certificato distribuirà due cedole di 0,85% in maniera incondizionata. Successivamente a partire dal 3 dicembre 2018, bisognerà osservare quale sarà il livello del titolo Ferrari. Qualora si dovesse attestare al di sopra del livello “digital”, pari al 70% dello strike iniziale quindi a 69,41 euro, il certificato pagherà una cedola dello 0,85%, il 3,4% p.a. Se invece dovesse essere al di sotto di tale livello  nulla sarà dovuto all’investitore che perderà il diritto ad avere la cedola perduta, senza opportunità di accantonarla, in quanto sprovvista di effetto memoria.

Così fino alla data di scadenza prevista per il 5 marzo 2020, dove saranno garantiti i 100 euro nominali per valori almeno pari al livello barriera, graficamente posizionati sui livelli minimi di marzo 2017.

Un valido prodotto per creare valore anche in maniera slegata dall’andamento positivo del sottostante. L’acquisto leggermente sotto la pari aumenta i rendimenti potenziali previsti all’atto di emissione.

TELECOM, TRA VIVENDI E CDP

Come anticipato nel webinar di marzo, l’avvenuta rottura della trend line discendente intorno area 0,8-0,82 euro ha prodotto una violenta accelerazione dei corsi del titolo Telecom Italia, ormai proiettati in area 0,9 euro.

In particolare, in ottica di rischio-rendimento, è stato scelto un Cash Collect (Isin IT0005317513) che ha un livello barriera inferiore al minimo di 0,65 euro di due estati fa, oggi divenuto un supporto fondamentale.

Il certificato analizzato ha una struttura diversa rispetto al precedente, in quanto il pagamento delle cedole è su base mensile.  Qualora il titolo Telecom Italia nelle date di rilevazione dovesse essere superiore allo 0,608 euro (livello barriera, pari all’80% dello strike iniziale di 0,76 euro) si percepirà il premio dello 0,50%, il 6% su base annuale. Questo il profilo di payoff che accompagnerà l’investitore fino alla naturale scadenza prevista per il 10 dicembre 2018.

In virtù del forte movimento rialzista da parte del titolo del comparto delle TLC, da 100,3 euro del 20 marzo, il certificato viene oggi scambiato al Sedex intorno quota 102 euro nonostante la poca reattività che contraddistingue questa struttura a cedole periodiche, senza facoltà di richiamo anticipato.

Rimanendo sul medesimo sottostante, spostando il focus sui Bonus Cap, si distingue un certificato con scadenza 30 novembre 2018 (Isin IT0005257388).

Scambiato a 101,55 euro il 20 marzo, oggi segna una discreta performance positiva in ragione dei 104,9 euro scambiati al Sedex. Ancora tanto margine di upside in virtù dei 111 euro del Bonus, della scadenza di breve termine e del livello chiave da rispettare alla naturale scadenza posizionato a 0,6672 euro.

UNICREDIT IN TRADING RANGE

Il titolo UniCredit dal punto di vista grafico è ingabbiato in un trading range che ormai va avanti da giungo scorso, compreso tra 18,20 euro e un minimo poco sopra 15 euro. Per creare valore in un trend laterale, guardando al breve termine, abbiamo selezionato un Bonus Cap con scadenza 30 novembre 2018 (Isin IT0005257370). Un upside del 2,8% e con una barriera a 11,595 euro ben al di sotto del trading range oggi distante oltre il 30%.

 Sul fronte dei Cash Collect, si distingue in particolare il prodotto (Isin IT0005317505), con scadenza dicembre 2018. Anche in questo caso la barriera è posizionata a 13,928 euro ovvero al di sotto dei minimi di periodo. Le cedole mensili a rispetto di tale livello sono di importo pari allo 0,66%. Scambiato ancora intorno alla pari, rappresenta una proposta da tenere a monitor per coloro che desiderino un certificato in grado di erogare premi ricorrenti dall’elevato upside.

SAIPEM SU LIVELLI IMPORTANTI

Area 3,1 euro per il titolo Saipem rappresentavano un forte supporto, che segnava uno spartiacque cruciale. Il trend ribassista iniziato i primi di marzo, ha messo progressivamente a dura prova la sua tenuta, con i corsi che ballano tra area 3,078 euro e 3,13 euro da qualche settimana. Un finale non per cuori deboli per il Bonus Cap (Isin IT0005252173) con scadenza il prossimo 23 aprile per via di una barriera rilevata solo a scadenza fissata a 2,918 euro. Un buffer davvero esiguo, ma in virtù di una scadenza di brevissimo termine merita senza dubbio di essere inserito in watchlist. Scambiato intorno a 104,5 euro il 20 marzo scorso, il solo passare del tempo ha praticamente portato i corsi del certificato non lontano dal bonus di rendimento promesso a scadenza di 108,8 euro. Quindi take profit per chi dovesse aver operato in seguito al webinar per circa 2 punti percentuali di rendimento in pochi giorni, un occhio al prezzo lettera di 107,2 euro per un upside residuo dell’1,5% da qui fino alla naturale scadenza.

Attenzione però alla dose di rischio non indifferente, in virtù di un buffer di soli 6,4 punti percentuali che qualora segnati, comporterebbero un rimborso non superiore a 75 euro a certificato.

NEL PROSSIMO WEBINAR

 Nel prossimo appuntamento, sulla base dei temi del momento, analizzeremo nuovamente il mercato secondario, alla ricerca delle migliori opportunità dei certificati della gamma di Banca IMI, con l’obiettivo di massimizzare i rendimenti nell’ambito di un mercato laterale come quello odierno.

Segui il nostro ciclo di Webinar gratuiti "INVESTIRE IN MODO SEMPLICE CON I CERTIFICATI"

ISCRIZIONE GRATUITA" GUARDA LA REGISTRAZIONE DEL WEBINAR

ISIN SOTTOSTANTE SCADENZA VAL. SOTT. BARRIERA PREZZO BONUS CAP BUFFER UPSIDE
IT0005257362 Banco BPM 30/11/2018 2,6565 2,145 107,90 € 119,50 119,50 19,25 % 10,75 %
IT0005257370 Unicredit 30/11/2018 16,292 11,595 111,95 € 115,50 115,50 28,83 % 3,17 %
IT0005257388 Telecom Italia 30/11/2018 0,7286 0,667 96,05 € 111,00 111,00 8,43 % 15,56 %
IT0005257396 Eni spa 30/11/2018 15,954 10,695 106,60 € 107,80 107,80 32,96 % 1,13 %
IT0005257404 Fiat Chrysler Automobile 30/11/2018 18,946 6,842 112,40 € 112,10 112,10 63,89 % -0,27 %
IT0005257412 Mediobanca 30/11/2018 9,078 6,363 111,60 € 112,30 112,30 29,91 % 0,63 %
IT0005257420 Deutsche Bank 30/11/2018 10,766 11,708 78,65 € 113,20 113,20 -8,75 % 43,93 %
IT0005257438 Volkswagen AG Priv 30/11/2018 168,06 101,812 107,75 € 108,10 108,10 39,42 % 0,32 %
IT0005316309 Tesla Inc (NASDAQ GS) 03/12/2018 279,07 214,571 99,10 € 110,15 110,15 23,11 % 11,15 %
IT0005316317 Netflix (Nasdaq) 03/12/2018 344,72 140,115 109,85 € 108,85 108,85 59,35 % -0,91 %
IT0005316325 Twitter (Nyse) 03/12/2018 33,42 14,497 110,50 € 110,05 110,05 56,62 % -0,41 %
IT0005316333 Fiat Chrysler Automobile 03/12/2018 18,946 10,598 108,60 € 109,60 109,60 44,06 % 0,92 %
IT0005316341 Stmicroelectronics 03/12/2018 20,29 14,696 107,30 € 111,55 111,55 27,57 % 3,96 %
IT0005316358 Unicredit 03/12/2018 16,292 13,504 102,45 € 109,25 109,25 17,11 % 6,64 %
IT0005316366 Leonardo 03/12/2018 8,904 7,936 98,50 € 109,40 109,40 10,87 % 11,07 %
IT0005316374 Unione Banche Italiane 03/12/2018 3,801 2,972 103,75 € 108,35 108,35 21,82 % 4,43 %
IT0005281966 Banco BPM 07/03/2019 2,6565 2,25 98,75 € 115,10 115,10 15,30 % 16,56 %
IT0005281974 Generali Assicurazioni 07/03/2019 15,155 11,984 106,50 € 108,30 108,30 20,92 % 1,69 %
IT0005281982 Stmicroelectronics 07/03/2019 20,29 12,368 112,90 € 116,20 116,20 39,04 % 2,92 %
IT0005281990 Telecom Italia 07/03/2019 0,7286 0,625 97,35 € 109,90 109,90 14,25 % 12,89 %
IT0005282006 Enel spa 07/03/2019 4,903 4,152 100,75 € 109,70 109,70 15,32 % 8,88 %
IT0005282014 Fiat Chrysler Automobile 07/03/2019 18,946 10,148 110,20 € 112,75 112,75 46,44 % 2,31 %
IT0005282022 Leonardo 07/03/2019 8,904 11,656 65,10 € 111,60 111,60 -30,91 % 71,43 %
IT0005282030 Saipem 07/03/2019 3,883 2,597 106,80 € 111,40 111,40 33,12 % 4,31 %
XS1485532540 S&P Gsci Oil Excess Return Index 29/03/2019 213,0762 91,28 1.152,00 € 1.160,00 1.160,00 57,16 % 0,69 %
IT0005321507 Twitter (Nyse) 19/07/2019 33,42 16,562 111,00 € 115,70 115,70 50,44 % 4,23 %
IT0005321515 Tesla Inc (NASDAQ GS) 19/07/2019 279,07 262,515 87,05 € 117,20 117,20 5,93 % 34,64 %
IT0005321523 Unicredit 19/07/2019 16,292 13,92 99,65 € 114,20 114,20 14,56 % 14,60 %
IT0005321531 Banco BPM 19/07/2019 2,6565 1,975 100,10 € 113,80 113,80 25,64 % 13,69 %
IT0005321549 Banca Popolare dell'Emilia Romagna 19/07/2019 4,734 3,122 106,05 € 117,10 117,10 34,05 % 10,42 %
IT0005321556 Leonardo 19/07/2019 8,904 9 86,70 € 114,50 114,50 -1,08 % 32,06 %
IT0005321564 Saipem 19/07/2019 3,883 3,012 97,40 € 111,35 111,35 22,43 % 14,32 %
IT0005321572 Fiat Chrysler Automobile 19/07/2019 18,946 14,662 100,65 € 115,35 115,35 22,61 % 14,61 %
IT0005326142 Air France - KLM 09/09/2019 7,16 6,825 82,10 € 112,80 112,80 4,68 % 37,39 %
IT0005326159 Renault SA 09/09/2019 86,17 67,05 99,20 € 111,70 111,70 22,19 % 12,60 %
IT0005326167 Deutsche Bank 09/09/2019 10,766 9,003 92,45 € 110,10 110,10 16,37 % 19,09 %
IT0005326175 E. On SE 09/09/2019 9,382 6,29 108,00 € 112,20 112,20 32,95 % 3,89 %
IT0005326183 Enel spa 09/09/2019 4,903 3,547 102,25 € 109,00 109,00 27,66 % 6,60 %
IT0005326191 Banca Popolare dell'Emilia Romagna 09/09/2019 4,734 3,227 102,75 € 116,40 116,40 31,83 % 13,28 %
IT0005326209 Leonardo 09/09/2019 8,904 6,598 102,45 € 112,10 112,10 25,89 % 9,42 %
IT0005326217 Telecom Italia 09/09/2019 0,7286 0,579 96,90 € 109,75 109,75 20,51 % 13,26 %
IT0005332231 Fiat Chrysler Automobile 04/11/2019 18,946 13,012 99,20 € 110,55 110,55 31,32 % 11,44 %
IT0005332249 Edf 04/11/2019 12,385 8,092 101,15 € 110,30 110,30 34,66 % 9,05 %
IT0005332256 Banco BPM 04/11/2019 2,6565 2,124 93,45 € 112,60 112,60 20,05 % 20,49 %
IT0005332264 Telecom Italia 04/11/2019 0,7286 0,628 90,80 € 109,15 109,15 13,83 % 20,21 %
IT0005332272 Enel spa 04/11/2019 4,903 4,256 92,80 € 106,60 106,60 13,20 % 14,87 %
IT0005332280 Stmicroelectronics 04/11/2019 20,29 13,29 102,35 € 111,90 111,90 34,50 % 9,33 %
IT0005332298 Renault SA 04/11/2019 86,17 67,095 96,80 € 110,00 110,00 22,14 % 13,64 %
IT0005332306 Unione Banche Italiane 04/11/2019 3,801 3,346 91,95 € 110,05 110,05 11,98 % 19,68 %

Prossimo Webinar

Investire in modo semplice con i certificati

Giovedì 24 maggio ore 16.00

Riprende il ciclo di appuntamenti organizzato da Certificati e Derivati in collaborazione con Banca IMI dedicato alle migliori soluzioni in un contesto di bassa volatilità. Dai Bonus ai Cash Collect passando per le migliori opportunità del momento calate nella più calda attualità, Pierpaolo Scandurra e Ugo Perricone illustreranno come investire in modo semplice sui mercati finanziari utilizzando i certificati.

Webinar gratuito. Registrati ora Guarda la registrazione del Webinar precedente

Archivio Webinar

INVESTMENTS ON THE ROAD

A breve le nuove tappe del roadshow!

Domande e Risposte

Partecipa attivamente alla nostra Community. Puoi interagire con i nostri esperti durante i Webinar inviando delle domande in diretta oppure, prima di ogni puntata, puoi sottoporre temi di interesse che vorresti venissero trattati. La redazione di Certificati e Derivati, l'ufficio studi del CedLAB e gli esperti di Banca IMI saranno ben lieti di soddisfare le tue esigenze.

Bacheca Messaggi

  • User Question
    25 gennaio 2018

    Dove posso trovare l'informazione relativa al tipo di barriera dei Cash Collect, ossia se questa è valida continuamente o solo a scadenza?

  • CED Answer

    Il tipo di barriera che caratterizza ogni emissione a capitale protetto condizionato viene specificato nella documentazione e nelle schede prodotto scaricabili sul sito bancaimi.prodottiequotazione.com . Più in linea generale si consideri però che tutti i Cash Collect emessi da Banca IMI hanno una barriera valida solo scadenza.

  • User Question
    14 dicembre 2017

    I Bonus Cap su titoli americani, come Tesla e Netflix, sono soggetti al rischio cambio essendo i rispettivi sottostanti quotati a New York?

  • CED Answer

    No, indipendentemente dal sottostante, tutti i Bonus Cap di Banca IMI sono quotati in euro e non risentono del tasso di cambio contro il dollaro