CED|FOCUS IMI redazione

Calendario Appuntamenti

Webinar 12 luglio
Webinar 19 settembre ore 16

Analisi dinamica dei prodotti di Banca IMI

Contenuti e analisi a cura della Redazione di Certificati e Derivati

Banca IMI Numero verde 800 99 66 99
Per maggiori informazioni clicca qui
Prosegue l’incertezza sui mercati finanziari, che si dimostrano ancora una volta particolarmente nervosi e per di più con la sessione estiva ormai alle porte. Come sempre l’industria dei certificati garantisce la possibilità di avere accesso ad una gestione del rischio più efficiente tale da minimizzare anche un market timing errato.

BONUS CAP SU LEONARDO (ISIN IT0005335929)

Il certificato emesso il 7 giugno con scadenza, prevede una scadenza complessiva di 18 mesi. In linea con il più classico payoff di questo tipo di struttura, al rispetto della barriera terminale, ovvero rilevata solo alla naturale scadenza, posizionata a 6,621 euro, verrà rimborsato l’intero bonus di 109,75 euro. Il certificato viene attualmente scambiato a 96,05 euro, rispetto ai 100 euro nominale, con il titolo Leonardo a 8,332 euro. Analizzando il trade-off rischio rendimento atteso, l’investitore ha accesso ad un teorico rendimento del 14,26%, a fronte di un buffer sul livello invalidante del 25,8%.

Oltre al rendimento potenziale è giusto ricordare anche lo scenario negativo e pertanto qualora il titolo Leonardo dovesse registrare alla scadenza un deprezzamento superiore del 25,8%, con una rilevazione inferiore a quota 6,621 euro, l’investitore riceverà un importo commisurato all’effettiva performance realizzata dal sottostante al pari di un investimento lineare nello stesso a partire da 8,332 euro.

FOCUS BONUS CAP BREVE TERMINE

Sono diverse le opportunità per il breve termine. In particolare, restando sulla collaudata struttura dei Bonus Cap, sulla scadenza del 30 novembre 2018 troviamo due interessanti proposte che consentono sulla carta di massimizzare il rendimento per unità di rischio.

Si distingue in modo particolare il Bonus Cap sul titolo Banco BPM (Isin IT0005257362). A fronte di un livello barriera rilevato solo a scadenza (barriera terminale) posizionato a 2,145 euro e di un bonus previsto di 119,5 euro, i correnti 106,45 euro del certificato e i 2,4945 euro del sottostante valgono pertanto un upside potenziale del 12,26% in 5 mesi e un buffer sul livello invalidante del 14%.

Contraddistinto dal medesimo profilo, segnaliamo anche un Bonus Cap sul titolo UniCredit (Isin IT0005257370). In questo caso però il margine sul livello barriera sale al 18,26% con un upside che scende fisiologicamente all’8,15%. In considerazione dei correnti 14,186 euro del titolo bancario, è possibile gestire ulteriori performance negative purchè non eccedano il 18,26% a scadenza. Sul fronte dei rendimenti invece l’8,15% è garantito in virtù dei 115,5 euro del bonus calcolati sulla base dei 106,8 euro correnti esposti in lettera al Sedex.

CASH COLLECT: IL FASCINO DELLA CEDOLA

Oltre ai Bonus Cap, un’altra struttura sulla quale l’emittente Banca IMI ha concentrato la propria gamma di prodotti è quella dei Cash Collect. I certificati con cedola periodica infatti continuano ad attrarre l’attenzione degli investitori e rappresentano oltremodo uno strumento per garantire un flusso di cassa periodico e ricorrente a fronte di un rischio azionario maggiormente controllato.

Detto questo, l’attenzione in questa ottava si è concentrata in particolare su due prodotti che incorporano certamente profili di rischio differenti. Il primo è il Cash Collect sul titolo Telecom Italia che a giorni staccherà la prima cedola incondizionata dello 0,55% per proseguire con le stesse modalità fino al prossimo 28 settembre. Dalla successiva data la cedola si tramuterà in condizionata senza la possibilità di rimborso anticipato del prodotto. La condizione per incassare le cedole periodiche mensili sarà, da tale data,  il rispetto del 75% dello strike iniziale, ovvero del livello di 0,5154 euro del titolo Telecom Italia.

La flessione del sottosante dal suo livello iniziale (-5,36%), ha contribuito a far deprezzare il certificato fino a quota 97,10 euro, rispetto ai 100 euro iniziali. L’occasione è pertanto quella di prendere il certificato al di sotto della pari, con conseguente aumento dei rendimenti cedolari prospettati all’emissione.

Particolarmente aggressivo per le caratteristiche del sottostante, tra i più volatili dei titoli coperti da emissione, è un Cash Collect agganciato al titolo Tesla (Isin IT0005262388) con cedola periodica trimestrale. In particolare, guardando al payoff, perima della naturale scadenza di dicembre 2018, mancano ancora all’appello le ultime due cedole previste del 2,5% ciascuna fissate per settembre e dicembre prossimo. In particolare viene richiesto al sottostante di soddisfare in entrambe le occasioni almeno il livello di 281,9625 dollari rispetto ad una quotazione attuale di 333,01 dollari. C’è ancora del discreto margine (il 15,33%) ma attenzione, come anticipato, all’alta volatilità del titolo. Il livello chiave di 281,9625 dollari rappresenta anche il livello barriera che qualora violato darebbe luogo ad un rimborso non superiore a 75 euro a certificato.

I correnti 93,15 euro esposti in lettera al Sedex, valgono pertanto un rendimento potenziale del 30,19% su base annua tenuto conto dell’incasso di entrambe le cedole previste.

NEL PROSSIMO WEBINAR

 Nel prossimo appuntamento, sulla base dei temi del momento, analizzeremo nuovamente il mercato secondario, alla ricerca delle migliori opportunità dei certificati della gamma di Banca IMI, con l’obiettivo di massimizzare i rendimenti nell’ambito di un mercato laterale come quello odierno.

Segui il nostro ciclo di Webinar gratuiti "INVESTIRE IN MODO SEMPLICE CON I CERTIFICATI"

ISCRIZIONE GRATUITA GUARDA LA REGISTRAZIONE DEL WEBINAR

ISIN SOTTOSTANTE SCADENZA VAL. SOTT. BARRIERA PREZZO BONUS CAP BUFFER UPSIDE
IT0005257362 Banco BPM 30/11/2018 2,607 2,145 109,60 € 119,50 119,50 17,72 % 9,03 %
IT0005257370 Unicredit 30/11/2018 13,96 11,595 108,60 € 115,50 115,50 16,94 % 6,35 %
IT0005257388 Telecom Italia 30/11/2018 0,602 0,667 78,50 € 111,00 111,00 -10,83 % 41,40 %
IT0005257396 Eni spa 30/11/2018 16,086 10,695 107,30 € 107,80 107,80 33,51 % 0,47 %
IT0005257404 Fiat Chrysler Automobile 30/11/2018 16,416 6,842 112,45 € 112,10 112,10 58,32 % -0,31 %
IT0005257412 Mediobanca 30/11/2018 8,068 6,363 108,10 € 112,30 112,30 21,13 % 3,89 %
IT0005257420 Deutsche Bank 30/11/2018 10,256 11,708 73,80 € 113,20 113,20 -14,15 % 53,39 %
IT0005257438 Volkswagen AG Priv 30/11/2018 144,66 101,812 106,85 € 108,10 108,10 29,62 % 1,17 %
IT0005316309 Tesla Inc (NASDAQ GS) 03/12/2018 314,34 214,571 106,75 € 110,15 110,15 31,74 % 3,19 %
IT0005316317 Netflix (Nasdaq) 03/12/2018 361,34 140,115 109,85 € 108,85 108,85 61,22 % -0,91 %
IT0005316325 Twitter (Nyse) 03/12/2018 43,44 14,497 111,35 € 110,05 110,05 66,63 % -1,17 %
IT0005316333 Fiat Chrysler Automobile 03/12/2018 16,416 10,598 108,15 € 109,60 109,60 35,44 % 1,34 %
IT0005316341 Stmicroelectronics 03/12/2018 20,24 14,696 108,35 € 111,55 111,55 27,39 % 2,95 %
IT0005316358 Unicredit 03/12/2018 13,96 13,504 95,05 € 109,25 109,25 3,27 % 14,94 %
IT0005316366 Leonardo 03/12/2018 9,06 7,936 101,95 € 109,40 109,40 12,41 % 7,31 %
IT0005316374 Unione Banche Italiane 03/12/2018 3,416 2,972 99,40 € 108,35 108,35 13,01 % 9,00 %
IT0005281966 Banco BPM 07/03/2019 2,607 2,25 98,95 € 115,10 115,10 13,69 % 16,32 %
IT0005281974 Generali Assicurazioni 07/03/2019 14,51 11,984 105,75 € 108,30 108,30 17,41 % 2,41 %
IT0005281982 Stmicroelectronics 07/03/2019 20,24 12,368 113,85 € 116,20 116,20 38,89 % 2,06 %
IT0005281990 Telecom Italia 07/03/2019 0,602 0,625 85,00 € 109,90 109,90 -3,79 % 29,29 %
IT0005282006 Enel spa 07/03/2019 4,906 4,152 102,50 € 109,70 109,70 15,37 % 7,02 %
IT0005282014 Fiat Chrysler Automobile 07/03/2019 16,416 10,148 109,25 € 112,75 112,75 38,19 % 3,20 %
IT0005282022 Leonardo 07/03/2019 9,06 11,656 66,00 € 111,60 111,60 -28,65 % 69,09 %
IT0005282030 Saipem 07/03/2019 4,098 2,597 109,00 € 111,40 111,40 36,63 % 2,20 %
IT0005321507 Twitter (Nyse) 19/07/2019 43,44 16,562 116,20 € 115,70 115,70 61,87 % -0,43 %
IT0005321515 Tesla Inc (NASDAQ GS) 19/07/2019 314,34 262,515 96,75 € 117,20 117,20 16,49 % 21,14 %
IT0005321523 Unicredit 19/07/2019 13,96 13,92 88,45 € 114,20 114,20 0,29 % 29,11 %
IT0005321531 Banco BPM 19/07/2019 2,607 1,975 98,60 € 113,80 113,80 24,23 % 15,42 %
IT0005321549 Banca Popolare dell'Emilia Romagna 19/07/2019 4,571 3,122 106,10 € 117,10 117,10 31,70 % 10,37 %
IT0005321556 Leonardo 19/07/2019 9,06 9 88,85 € 114,50 114,50 0,66 % 28,87 %
IT0005321564 Saipem 19/07/2019 4,098 3,012 101,40 € 111,35 111,35 26,50 % 9,81 %
IT0005321572 Fiat Chrysler Automobile 19/07/2019 16,416 14,662 92,15 € 115,35 115,35 10,68 % 25,18 %
IT0005326142 Air France - KLM 09/09/2019 7,252 6,825 86,10 € 112,80 112,80 5,89 % 31,01 %
IT0005326159 Renault SA 09/09/2019 73,24 67,05 90,90 € 111,70 111,70 8,45 % 22,88 %
IT0005326167 Deutsche Bank 09/09/2019 10,256 9,003 91,50 € 110,10 110,10 12,21 % 20,33 %
IT0005326175 E. On SE 09/09/2019 9,601 6,29 110,25 € 112,20 112,20 34,48 % 1,77 %
IT0005326183 Enel spa 09/09/2019 4,906 3,547 103,60 € 109,00 109,00 27,70 % 5,21 %
IT0005326191 Banca Popolare dell'Emilia Romagna 09/09/2019 4,571 3,227 103,70 € 116,40 116,40 29,40 % 12,25 %
IT0005326209 Leonardo 09/09/2019 9,06 6,598 104,35 € 112,10 112,10 27,17 % 7,43 %
IT0005326217 Telecom Italia 09/09/2019 0,602 0,579 84,85 € 109,75 109,75 3,79 % 29,35 %
IT0005332231 Fiat Chrysler Automobile 04/11/2019 16,416 13,012 92,80 € 110,55 110,55 20,74 % 19,13 %
IT0005332249 Edf 04/11/2019 12,235 8,092 102,00 € 110,30 110,30 33,86 % 8,14 %
IT0005332256 Banco BPM 04/11/2019 2,607 2,124 91,20 € 112,60 112,60 18,53 % 23,46 %
IT0005332264 Telecom Italia 04/11/2019 0,602 0,628 77,40 € 109,15 109,15 -4,29 % 41,02 %
IT0005332272 Enel spa 04/11/2019 4,906 4,256 93,45 € 106,60 106,60 13,25 % 14,07 %
IT0005332280 Stmicroelectronics 04/11/2019 20,24 13,29 103,00 € 111,90 111,90 34,34 % 8,64 %
IT0005332298 Renault SA 04/11/2019 73,24 67,095 88,75 € 110,00 110,00 8,39 % 23,94 %
IT0005332306 Unione Banche Italiane 04/11/2019 3,416 3,346 82,35 € 110,05 110,05 2,06 % 33,64 %
IT0005335903 Air France - KLM 09/12/2019 7,252 4,886 101,30 € 112,60 112,60 32,63 % 11,15 %
IT0005335911 Deutsche Bank 09/12/2019 10,256 6,733 101,45 € 109,75 109,75 34,35 % 8,18 %
IT0005335929 Leonardo 09/12/2019 9,06 6,621 100,25 € 109,75 109,75 26,92 % 9,48 %
IT0005335937 ENGIE 09/12/2019 13,375 10,245 99,10 € 108,15 108,15 23,40 % 9,13 %
IT0005335945 Mediaset spa 09/12/2019 2,794 2,003 98,95 € 108,80 108,80 28,32 % 9,95 %
IT0005335952 Nokia 09/12/2019 5,112 3,47 99,65 € 109,50 109,50 32,12 % 9,88 %
IT0005335960 Saipem 09/12/2019 4,098 2,73 101,25 € 111,50 111,50 33,38 % 10,12 %
IT0005335978 Stmicroelectronics 09/12/2019 20,24 15,945 96,65 € 113,15 113,15 21,22 % 17,07 %

Prossimo Webinar

Investire in modo semplice con i certificati

Giovedì 19 settembre ore 16.00

Dopo la pausa estiva riprenderà il ciclo di appuntamenti organizzato da Certificati e Derivati in collaborazione con Banca IMI dedicato alle migliori soluzioni in un contesto di rinnovata volatilità. Dai Bonus ai Cash Collect passando per le migliori opportunità del momento calate nella più calda attualità, Pierpaolo Scandurra e Ugo Perricone illustreranno come investire in modo semplice sui mercati finanziari utilizzando i certificati.

Webinar gratuito. Registrati ora Guarda la registrazione del Webinar precedente

Archivio Webinar

Eventi sul territorio

Rimani collegato e segui le nostre iniziative.

Domande e Risposte

Partecipa attivamente alla nostra Community. Puoi interagire con i nostri esperti durante i Webinar inviando delle domande in diretta oppure, prima di ogni puntata, puoi sottoporre temi di interesse che vorresti venissero trattati. La redazione di Certificati e Derivati, l'ufficio studi del CedLAB e gli esperti di Banca IMI saranno ben lieti di soddisfare le tue esigenze.

Bacheca Messaggi

  • User Question
    25 gennaio 2018

    Dove posso trovare l'informazione relativa al tipo di barriera dei Cash Collect, ossia se questa è valida continuamente o solo a scadenza?

  • CED Answer

    Il tipo di barriera che caratterizza ogni emissione a capitale protetto condizionato viene specificato nella documentazione e nelle schede prodotto scaricabili sul sito bancaimi.prodottiequotazione.com . Più in linea generale si consideri però che tutti i Cash Collect emessi da Banca IMI hanno una barriera valida solo scadenza.

  • User Question
    14 dicembre 2017

    I Bonus Cap su titoli americani, come Tesla e Netflix, sono soggetti al rischio cambio essendo i rispettivi sottostanti quotati a New York?

  • CED Answer

    No, indipendentemente dal sottostante, tutti i Bonus Cap di Banca IMI sono quotati in euro e non risentono del tasso di cambio contro il dollaro