37

Redazione / Approfondimento

Sedex, per l’ottavo anno consecutivo domina Société Générale

I due leva fissa x7 (bullish e bearish) consegnano alla banca francese il primato sul turnover anche per il 2022

Articolo del 29/01/2023 a cura della redazione

Periodo di trimestrali sui mercati e tempo di bilanci anche per il Sedex, mercato di Borsa Italiana sul quale vengono negoziati Covered Warrant e Certificates, con Société Générale che mantiene incontrastata il primato per l’ottavo anno consecutivo. Dopo un inizio di 2022 in linea con le annate precedenti, con i volumi totali mensili costantemente ed abbondantemente al di sopra del miliardo di euro durante il primo trimestre del 2022, il resto dell’anno ha visto una flessione generale degli scambi, con il turnover mensile attestatosi tra gli 800 milioni di euro ed il miliardo di euro, a testimonianza delle estreme difficoltà incontrate da investitori e trader in una delle annate più complesse degli ultimi decenni.

Fonte Borsa Italiana

Andando a spacchettare i volumi per singole categorie di strumenti negoziati, notiamo come i prodotti prediletti dagli investitori siano i Certificati a Leva Fissa (“Leverage Certificates Class B”), che hanno rappresentato la quasi metà del controvalore scambiato totale (€ 6,02 mld) e la metà del numero dei trade (987 mila), seguiti a gran distanza dagli Investment Certificates Class B (certificates che replicano l’andamento dell’attività sottostante e che incorporano una o più opzioni strutturate o esotiche aventi carattere accessorio), con € 3,42 mld e dai Leverage Certificates Class A (i certificati a leva dinamica), con € 2,05 mld di turnover totale.

Fonte Borsa Italiana

Come accennato, a farla da padrone sul segmento dei Leva Fissa sono stati i prodotti emessi da Société Générale, che hanno rappresentato circa il 68,6% del turnover totale, con oltre € 4,13 mld e ben 737 mila trade chiuse. Seguono a buona distanza Vontobel (25,3%) con € 1,52 mld, Unicredit Bank (3,1%) con € 0,19 mld e BNP Paribas (2,9%) con € 0,18 mld. A livello di tipologia di sottostanti, comandano gli indici domestici (FTSE Mib su tutti) con € 4,07 mld, seguiti dagli indici stranieri con € 0,73 mld e dalle commodities con € 0,59 mld. Anche quest’anno sono bastati i due singoli (e soliti) certificati ad assicurare alla banca francese il dominio del mercato, in particolare i due prodotti a leva fissa 7x sul FTSE Mib: il certificato “SG LFISSA X7 LG FTMIBL OPEND” ha fatto registrare un turnover pari a circa € 1,59 mld, mentre il suo corrispettivo bearish (“SG LFISSA X-7 LG FTMIBG OPEND”) si è attestato poco sopra il miliardo di euro, per un totale di € 2,6 mld, ossia al di sopra del turnover complessivo del secondo emittente nella classifica generale del Sedex.

Fonte Borsa Italiana

Fonte Borsa Italiana

Ed appunto il dominio nel segmento dei Certificati a Leva Fissa vale a Société Générale anche il primato complessivo sul Sedex con € 4,33 mld di turnover sui € 12,72 mld totali, poco più di un terzo (34%) dei volumi totali. Segue a distanza anche in questo caso Vontobel (€ 2,39 mld, il 18,8% complessivo), mentre completa il podio del 2022 BNP Paribas, anch’essa sopra i € 2 mld di controvalore scambiato (€ 2,18 mld, il 17,1% del totale. Chiudono al di sopra del miliardo di euro anche Intesa Sanpaolo (€ 1,95 mld) ed Unicredit Bank (€ 1,18 mld), con gli altri emittenti decisamente più staccati.

Fonte Borsa Italiana