Redazione / Approfondimento

ECCO IL MAXI PREMIO ELETTRICO

Arriva al Sedex un Maxi Cash Collect firmato UniCredit su un basket automobilistico. Maxi premio del 15% poi premi trimestrali del 3,15%.

Articolo del 12/04/2021 a cura della redazione

Quello automobilistico continua ad essere uno dei comparti più promettenti, anche perché la rivoluzione elettrica è solo agli inizi nei marchi storici. Alle spalle di Tesla, che ha guidato fino ad oggi l’innovazione nel mondo e di Nio sul mercato cinese, nel Vecchio Continente è Volkswagen che sta cercando di colmare il gap con ingenti investimenti nei motori elettrici. Di recente anche Ford, tornando negli Stati Uniti, con l’ascesa di Biden alla Casa Bianca ha annunciato di voler rivedere la propria produzione incentivando la svolta green.

Guardando alle performance su un orizzonte temporale più ampio (2y) tutti e tre i titoli viaggiano in territorio positivo. Spicca la performance del 255% di Tesla, mentre Ford segna un apprezzamento del 98% seguita da Volkswagen, nella versione privilegio, con un progresso del 61%. Per collocare tali rendimenti, guardiamo anche a come si sono comportati i settoriali. L’Indice mondiale WSCI Word Automobiles segna un +101,8%, +25% per lo Stoxx Europe 600 Automobile & Pars, frazionale rialzo (+6%) per l’analogo settoriale americano.

Le tre big del comparto citate sono i sottostanti del nuovo Maxi Cash Collect targato UniCredit (Isin DE000HV4LWT8) che si inserisce all’interno dell’ultimo filone di emissioni di aprile che conta ulteriori 10 proposte dotate di questo payoff. La consolidata e ormai particolarmente diffusa struttura a premi periodici trimestrali in questo caso del 3,15%, pari quindi al 12,6% annuo, viene preceduta da un maxi premio iniziale del 15%, in pagamento già da luglio prossimo.

Si tratta quindi di una struttura che così come è stata studiata , è in grado di rispondere a differenti esigenze. Certamente per la bontà dei suoi sottostanti, può rappresentare una valida idea di investimento a sé stante, che riesce ad esprimere nel breve termine gran parte del suo potenziale anche in virtù del primo maxi premio iniziale. In tal senso si rileva anche un prodotto utile a massimizzare l’efficienza fiscale propria dei certificati di investimento, riuscendo immediatamente con il maxi premio del 15% a compensare eventuali minusvalenze presenti in portafoglio e pertanto ad aggredire lo zainetto fiscale.

Fonte Bloomberg

Unica accortezza per sfruttare tale dinamica è quella di avere un intermediario che utilizza la modalità di compensazione immediata. Niente paura però anche per chi è soggetto al regime interpretativo di compensazione a chiusura. Infatti anche in questo caso, l’opzione autocallable attiva dalla seconda data di osservazione prevista può tornare decisamente utile in quanto già entro l’anno potrà consolidarsi il rendimento auspicato e necessario per la compensazione delle minusvalenze. Le caratteristiche ci sono tutte per consentire di creare rendimento con margini di flessibilità molto marcata, in relazione a una barriera capitale fissata al 50% , come sempre rilevata solo alla naturale scadenza. Completa il quadro delle caratteristiche, l’opzione Quanto, che consente di non essere soggetti al rischio cambio tra euro e dollaro, valuta in cui sono quotati due dei tre titoli del basket sottostante.