Redazione / Certificate Journal

Tutto pronto per le agognate vacanze

L’ultimo numero prima delle vacanze fa spazio ad un bilancio semestrale dell’attività in certificati sul mercato italiano. Un occhio al passato, per evidenziare i top e i flop di questi primi 6 mesi dell’anno, sia fra i sottostanti che fra i certificati, e un altro già proiettato a settembre, mese ricco di appuntamenti ed eventi per rendere meno gravoso il rientro da sotto l’ombrellone.

Articolo del 10/08/2017 a cura di Pierpaolo Scandurra

Puntuale come un orologio svizzero, proprio quando si è in procinto di inforcare le infradito e sistemarsi un po’ lontani dai monitor, la volatilità ha iniziato a sussultare, sulla spinta delle notizie sempre più allarmanti che arrivano dal fronte nord coreano. Non sia mai che ci venga in mente di guardare distrattamente i mercati, dopo sei mesi trascorsi in maniera soporifera, perché con piena soddisfazione di Murphy, c’è il rischio che inizi a piovere dopo due mesi di siccità proprio il primo giorno delle agognate ferie. Ed è quindi con questa prospettiva che ci congediamo questa settimana, non senza aver ricordato l’importanza di potersi affidare a un Minishort per le coperture di breve e medio termine, o aver messo nero su bianco l’analisi di quello che potrebbe essere il certificato da mettere in cima alla watchlist di agosto. Presentato e descritto nella rubrica del Certificato della Settimana, un Phoenix Memory su 4 titoli, ha in British Petroleum e soprattutto Tesla, gli unici due ostacoli da superare prima di tagliare il traguardo del rimborso anticipato con un premio di rendimento a doppia cifra al ritorno dalla pausa estiva. Diversi gli appuntamenti a cui non si può mancare già nella prima metà di settembre: come illustrato nella nostra agenda, il 7 e 8 settembre a Milano si terrà un mega evento organizzato da WeBank interamente dedicato ai certificati mentre il 15 settembre sarà la capitale ad ospitare la nuova edizione di Investing. A seguire saranno ancora numerosi gli eventi, seminari e webinar formativi rivolti a una platea sempre più numerosa, che ha consentito al mercato dei certificati di registrare numeri record nel primo semestre dell’anno. La sorpresa più grande è arrivata dal dato del turnover sul mercato secondario degli investment certificates, che anche a livello europeo ha segnato un progresso del 200% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’ultimo Approfondimento prima della pausa vi offre questo e molti altri numeri, raccolti nella semestrale dei certificati. Non mi resta che augurare a tutti buone vacanze e darvi appuntamento al 7 settembre.