Home / News

Vontobel a tutta leva

La banca privata svizzera leader in Europa nel segmento dei certificati leverage ha debuttato il 21 giugno diventando in un colpo solo il maggiore emittente italiano di certificati a leva fissa con un'offerta di ben 76 prodotti

Articolo del 24/06/2016 a cura della Redazione

Con una cerimonia degna delle migliori IPO americane, la svizzera Vontobel ha fatto la sua presentazione ufficiale lo scorso 21 giugno a Piazza Affari diventando in un colpo solo il maggiore emittente italiano di certificati a leva fissa. Fondata in Svizzera nel 1924 e da oltre 90 anni attiva sui mercati finanziari proponendo soluzioni di investimento per la clientela, Vontobel dai primi anni ‘90 è leader del mercato svizzero dei leverage e structured products mentre dal 2000 si è affermata anche in Germania, dove nel primo trimestre di quest'anno è stata riconosciuta come una delle prime 5 migliori emittenti.

L'espansione internazionale è proseguita negli ultimi 5/10 anni nei paesi nordici e con la quotazione, avvenuta tra fine maggio e queste ore, di ben 76 certificati a Leva Fissa Vontobel è oggi il principale emittente in termini di strumenti offerti sul mercato italiano dei "constant leverage". Per Vontobel si tratta in realtà di un ritorno sul mercato italiano, a distanza di quasi 10 anni anni dalla sua prima esperienza sul segmento investment.

Questa volta però il team guidato da Roger Studer, Head of Investment Banking, ha deciso di fare ancora più sul serio anticipando l'emissione per il corso del 2016 di nuovi prodotti, da quotare non solamente nel segmento leverage, e anteponendo all'attività di emissione il principio di soddisfazione delle domande degli investitori con la creazione di soluzioni su misura. In questi dieci anni, la banca svizzera è diventata tra le principali emittenti del mercato dei leverage e structured products, emettendo oltre 350.000 prodotti su gran parte dei mercati europei e conquistando ormai stabilmente oltre il 50% della market share sul mercato svizzero dei certificati e circa il 10% su quello tedesco.

Una forte convinzione che accompagna anche le attività educational e formative, da veicolare attraverso i principali canali di informazione e il sito web interamente in italiano e corredato di numerose sezioni informative e pratiche.

LO SBARCO DEI 76 LEVA FISSA

Come anticipato, Vontobel ha deciso di farsi conoscere dagli investitori italiani puntando sul segmento di mercato che più degli altri sta conquistando l'interesse, anche in condizioni di mercato cosi volatili. Caratterizzati dal meccanismo di leva giornaliera che va da un minimo di 3 a un massimo di 7 volte la performance del sottostante, i nuovi certificati a Leva Fissa di Vontobel si distinguono oltre che per la varietà della leva, anche per la diversità dei sottostanti a cui permettono di accedere. Oltre agli indici già noti ( FTSE Mib, Eurostoxx 50, Dax) , i nuovi Leva Fissa sono collegati ai 3 indici americani ( Dow Jones, Nasdaq 100 e S&P500), al Nikkei225 giapponese e al settoriale bancario dell'area Euro, l'Eurostoxx Banks.

Inedita è poi l'offerta di prodotti legati al tema delle materie prime, con numerose emissioni scritte sul petrolio Brent e WTI Light Sweet Crude Oil, sull'oro e argento ma anche su palladio, gas naturale, caffè , mais e frumento. Tutti i certificati a Leva Fissa di Vontobel sono dei classici Benchmark che replicano linearmente gli indici a leva , a facoltà long o short, calcolati e gestiti direttamente dalla stessa Vontobel.

Per permettere agli investitori di seguire in qualsiasi momento l'evoluzione e le modalità di calcolo degli indici a leva, nonché di ottenere un servizio di informazione completo e un elevato grado di trasparenza, Vontobel ha realizzato un "portale indici", raggiungibile dal sito www.indices.vontobel.com Come tutti i certificati a Leva Fissa, anche i nuovi prodotti di Vontobel sono caratterizzati dal cosiddetto meccanismo del compounding effect, che li rende particolarmente idonei al trading di breve e più suscettibili a dispersione dei rendimenti su un orizzonte temporale più lungo. Anche per questo motivo, la sezione informativa del sito web messo a disposizione da Vontobel fa ampio riferimento alle cautele da adottare in mercati non direzionali.

Sin dai primi giorni di quotazione sul mercato italiano si nota come la politica di market making sui Leva Fissa sia tanto aggressiva quanto solida e affidabile, permettendo agli investitori di prendere posizione e concludere gli stessi trades più volte durante la giornata.

In attesa di assistere alle prossime mosse di Vontobel, che ha già anticipato di voler essere in prima fila nell'emissione e quotazione di Leva Fissa 2X su azioni a partire dalla fine dell'estate, oltre che di covered warrant e successivamente anche di Mini Futures e Turbo, non ci resta che dare il benvenuto a Vontobel sul nostro mercato.